news

ONIRICAMENTE - La Newsletter di Dicembre


Freddo pizzichino, giornate di sole e cielo blu, notti che arrivano presto, già rallegrate dalle luminarie natalizie: e in un attimo sarà Natale!
Un anticipo di vacanze ce lo prendiamo con il ponte dell’Immacolata, tra pochi giorni:
Oniria chiuderà da Sabato 5 a Martedì 8 dicembre.
Per le festività natalizie, invece,
Oniria chiuderà da Mercoledì 23 dicembre a Domenica 10 gennaio.
Tutti i corsi riprenderanno regolarmente da Lunedì 11 gennaio.

* * * * *

Per quanto riguarda i regalini di Natale: ogni anno mi chiedo se continuare a proporveli, e ogni anno mi arrivano richieste prima ancora della proposta, che mi tolgono qualsiasi dubbio.
E come ogni anno, personalizzabili a richiesta con etichette o bigliettini, ecco allora per voi

- Buono Coccole: 1 trattamento a scelta a 45 euro, o un Percorso Benessere con 3 trattamenti a scelta a 135 euro. Alla pagina del sito trovate tutte le possibilità.

- Bottigliette di Olio di Mandorle Dolci, profumato con oli essenziali rilassanti, o energizzanti, o come più vi piace (a richiesta, compresa consulenza per i diversi effetti in aromaterapia); 100% naturale e biologico, 10 euro per 200 ml.

Fatemi arrivare le ordinazioni entro il 15 dicembre, per darmi il tempo di preparare tutto.

* * * * *

Pensieri Yoga

Prima di giudicare qualcuno, cammina tre lune nei suoi mocassini.
(Proverbio indiano)

A cui aggiungo: “Ognuno ha una storia di cui non sai nulla. Sii gentile, sempre.”
Il Pensiero Yoga di questo mese è sul Giudizio.
Quante volte ci troviamo a sparare a zero su comportamenti e a condannare atteggiamenti e modi di essere, senza chiederci e comprendere veramente dove traggano la loro origine, e li giudichiamo negativamente anche solo perché sono diversi dai nostri!
Per quanto mi riguarda, mi sono accorta più volte, con imbarazzo e dispiacere, di aver giudicato male qualcuno perché lo paragonavo all’immagine ideale che ho di me stessa, e non a ciò che sono o faccio in realtà… Orrendo!
Insomma, tutto questo per dire: meglio aspettare e riflettere una volta in più, prima di aprire bocca in modo poco gentile o inopportuno nei confronti degli altri.
Lo Yoga, insegnandoci a stare, ad attendere, nell’ascolto e nell’accettazione consapevole, è anche in questo un grande maestro.

* * * * *

La Ricettina

Che siate o meno dei fan del junk food, quando si sceglie di non cibarsi dei nostri amici animali, a volte si sente la mancanza del classico paninozzo con dentro un bell’hamburger. Ma perché privarsene, quando l’alternativa vegetale può essere altrettanto squisita? (Se poi siete come me, che trovo l’hamburger “classico” del tutto disgustoso, non potrete che bearvi di quanto segue.)
Esistono innumerevoli ricette e varianti; io vi propongo la procedura base che per me funziona meglio, che può essere modificata e adattata a seconda dei gusti, del tempo che avete, e di ciò che incontrate in frigo.

Veggie Burger
Ingredienti:
- 1 tazza di legumi precedentemente lessati (lenticchie le mie preferite, ma vanno benissimo anche fagioli di ogni tipo, ceci, piselli, fave, …)
- mezza cipolla
- 1 spicchio d’aglio
- altra verdura a piacere: zucchine, carote, peperoni, rucola, verza, ci sta tutto!
- 1 patata lessa, opzionale (quando non ho tempo, io non la metto)
- 1 manciata di olive denocciolate
- spezie ed erbe aromatiche come vi gusta: curry, cumino, rosmarino, maggiorana, prezzemolo, … Anche per queste, c’è solo da sperimentare
- 1 pizzico di sale
- pangrattato q.b. (in alternativa si può usare anche la farina di mais, a me piace meno)

Frullare grossolanamente i legumi, le verdure e gli altri sapori.
Aggiungere una quantità di pan grattato sufficiente a rendere il tutto un po’ più solido, e lasciar riposare in frigo per una mezzora.
Creare delle palline e poi schiacciarle per dare la forma dei burger.
Cuocere in padella con un filo d’olio, 5 minuti per parte, oppure, per una variante ancora più leggera, in forno a 180° per una ventina di minuti, finché non si forma la crostina.
Servire con salsine varie – per le quali, se siete bravi e studiate le newsletter, dovreste essere degli esperti - e verdure crude, magari proprio dentro il suddetto paninozzo.

* * * * *

Nel mese di Dicembre

Per preparavi alle scorpacciate natalizie, che spero siano cruelty-free, perché tutte le creature possano festeggiare il Natale come celebrazione di pace e amore, che ne dite di abbondare con frutta e verdura, giusto per non arrivare già sconfitti?
Ed ecco allora:

FRUTTA DI STAGIONE
arance, cachi, kiwi, limoni, mandaranci, mandarini, mele, pere

VERDURA DI STAGIONE
bietole, broccoli, carciofi, carote, cavolfiori, cavoli, cime di rapa, cipolle, finocchi, insalate, patate, porri, radicchi, sedani, spinaci, zucche

* * * * *

A ritrovarci con un tuffo in un nuovo anno di gioiapaceamoresorrisiarmonia, vi auguro il Natale più dolce che si sia!

 

 

 

 

 

- - - - - - - - - - - - - - - - -

Archivio Newsletter